Sistema Bates.it
SITO DI RIFERIMENTO PER LA VERA DIVULGAZIONE E LA CORRETTA PRATICA
DEL «SISTEMA ORIGINARIO» DEL DOTTOR WILLIAM HORATIO BATES PER
LA CURA DELLA VISTA CON METODI NATURALI
Fondato e diretto da Rishi Giovanni Gatti • 618 + 52 articoli pubblicati • 136 prodotti nel negozio • 11039 abbonati al notiziario

Resoconto Eventi AVP

Celebrata l’Assemblea Annuale e Approvato il Bilancio 2014/2015 (e altre storie importanti)

La giornata di studio della Associazione Vista Perfetta® tenutasi domenica 17 maggio 2015 presso la sala riunioni della sede di Radio Gamma Cinque a Campodarsego (PD) ha preso avvio alle ore 9:30.   Si è deciso immediatamente di sfruttare la bella giornata di sole praticando il trattamento all’aperto, sia rimirando il sole a occhi chiusi, sia utilizzando le tabelle di controllo esposte alla forte luce.   Giunti alle ore 10:30, si è passati a celebrare la Assemblea Annuale Ordinaria dei Socii AVP.   Come primo punto all’ordine del giorno vi è stata la discussione del bilancio consuntivo 2014, il quale ha visto una chiusura di esercizio con un attivo di ben € 771.   Una parte di questa somma andrà a costituire un fondo di solidarietà per quei socii che si dovessero trovare in difficoltà economiche e volessero comunque partecipare agli eventi organizzati dall’associazione.   L’altra parte verrà utilizzata per acquistare materiali e strumenti di studio da noleggiare ai socii.

Il bilancio preventivo 2015 vede una leggera diminuzione degli incassi da nuovi soci e rinnovi, e conseguentemente una leggera diminuzione delle spese per continuare l’attività sociale.

Un altro punto discusso è stato quello relativo al “regolamento del buon socio” e si è stabilito che prossimamente il Consiglio Direttivo nominerà un gruppo di lavoro che dovrà stendere le regole di comportamento alle quali ciascun socio dovrà adeguarsi.   Infatti, abbiamo dovuto prendere atto di un increscioso episodio che ha coinvolto un (ex) socio di nome Andrea R. il quale, contravvenendo a quanto stabilito nello Statuto da lui sottoscritto nel 2013, si è permesso di citare l’ Associazione Vista Perfetta® nel pubblicizzare la sua pseudo-attività di “insegnante Bates”, causando in tal modo un gravissimo danno morale alla AVP tutta, la quale è nata in antitesi a qualsiasi operatore professionale sedicente di questo sistema di cura.   È stato dato mandato al Presidente di adire le vie legali per tutelare l’onorabilità della AVP e il rispetto del suo Statuto anche dal (ex) socio traditore, che dovrà pagare un cospicuo risarcimento economico per quanto commesso.

Un altro gruppo di lavoro si occuperà di stabilire definitivamente le norme per essere dichiarati Alfieri della Vista Perfetta e anche per avviare le procedure di nomina dei Mèntori della Vista Perfetta.   Risulta infatti oramai necessario, visto l’alto numero di socii a cui la AVP è arrivata a conteggiare, potersi organizzare anche a livello locale senza che sia per forza necessario il Presidente a rappresentare ufficialmente l’Associazione durante le giornate o i gruppi di studio.

Alle 11:30 l’Assemblea si è chiusa e si è passati di nuovo alla pratica.

 

Momento di pratica dondolando davanti alle tabelle di controllo esposte alla luce solare

Momento di pratica dondolando davanti alle tabelle di controllo esposte alla luce solare

 

Degni di nota sono stati i risultati riportati dalla nuova socia dodicenne di nome Maiscia la quale, accompagnata da suo papà, anche lui socio nuovo, è riuscita a migliorare la sua visione fino a 12/15.   In realtà è stato un po’ faticoso ottenere ciò dato che si è dovuto variare diversi metodi, in particolare il dondolío variabile, l’uso della memoria, il palmeggiamento, tutti dimostratisi poco efficaci.   Ciò che ha sbloccato la situazione è stato il metodo dei “quattro lati” che i lettori del sito del Sistema Bates® Originario™ conoscono bene.

Tra i nuovi Socii segnaliamo la presenza, al loro secondo appuntamento, di Laura e Antonella, di cui abbiamo già parlato in un precedente articolo.   Mentre la prima ha un lievissimo problema di miopía incipiente, che saprà sicuramente risolvere nel corso dei prossimi mesi, la seconda sta ricuperando una forte differenza di visione tra i due occhi e ha da pochi giorni iniziato a usare per lunghe ore una benda autocostruita per cercare di ricuperare l’occhio debole che vede soltanto 10 / 200 e ha lampi di 10/100 quando azzecca un metodo di riposo, in particolare l’uso della memoria.   Un dato comunque positivo è che a un recente controllo della pressione intraoculare il valore è stato confermato tra i 18 e i 19 mmHg (sei mesi prima era a oltre 26).   Questo grazie alla rimozione permanente degli occhiali da vista e alla pratica pressoché quotidianadel dondolío lungo.

Nel tardo pomeriggio sono venuti a trovarci degli ospiti visitatori preoccupati dei loro due figlioletti di quattro anni ai quali sono stati prescritti gli occhiali pochi giorni fa (uno con lenti positive e uno con lenti negative).   Essendo che in famiglia vi sono altre persone che avevano ottenuto ottimi risultati partecipando alle riunioni della nostra associazione, e continuano a migliorare, hanno pensato di provare a informarsi in modo indipendente su questa situazione incresciosa.   Poiché i bambini sono molto piccoli, l’unica tabella che abbiamo potuto usare è stata quella delle “forchette” ovvero i “ganci di pentola”, chiedendo ai giovanotti di indicare con il pollice il verso in cui i segni indicavano.   A un primo tentativo il giovanotto di nome Filippo si è fermato solamente a metà tabella, marcando una visione molto scarsa a circa 10/40.   Le righe successive erano “troppo piccole”, a suo dire.   Dopo avergli chiesto, però, di ricordare a memoria i numeri che aveva imparato a scuola e poi di recitarli ad alta voce, il giovane ha iniziato a vedere anche le righe piú piccole, totalizzando l’ottimo risultato di 10/15.   Dato che la tabella “PH-200” è composta di simboli molto attaccati fra loro, questo fatto può mettere in difficoltà i praticanti della cura alle prime armi, e si è perciò deciso di soprassedere e di non insistere con l’ultima riga.   Ma i genitori si sono subito equipaggiati di tabelle di controllo e di libri sul Sistema Bates® Originario™, fra cui i quali l’importantissimo “Le Fiabe della Vista Perfetta”, per iniziare l’auto-trattamento a casa.   A nostro avviso, sarebbe un crimine mettere gli occhiali a questi ragazzini che quando guardano altri oggetti sembrano vederci bene ma quando devono mettere a fuoco dei simboli a loro poco familiari vanno sotto sforzo e richiedono un attimo di riposo per poterli lèggere con facilità per quanto piccoli.

© SistemaBates.it, tutti i diritti riservati ??? Riproduzione vietata.