Sistema Bates.it
SITO DI RIFERIMENTO PER LA VERA DIVULGAZIONE E LA CORRETTA PRATICA
DEL «SISTEMA ORIGINARIO» DEL DOTTOR WILLIAM HORATIO BATES PER
LA CURA DELLA VISTA CON METODI NATURALI
Fondato e diretto da Rishi Giovanni Gatti • 618 + 52 articoli pubblicati • 136 prodotti nel negozio • 11039 abbonati al notiziario

Sarebbe utile per chi comincia ed è un po’ scettico poter vedere qualche misurazione oggettiva dei progressi o delle guarigioni…

Su ogni numero della rivista “IL FALCO PER L’EDUCAZIONE ALLA VISTA PERFETTA” pubblichiamo almeno un caso del genere.  Ne abbiamo dei piú disparati, dai bambini agli ultraottantenni, dai miopi ai presbiti, dagli astigmatici agli astenopici, eccetera eccetera.  Ciò che conta – però – per il novizio, non è l’essere sicuri di poter riuscire a priori, ma sapere che i testi di studio da noi proposti, tradotti letteralmente, siano garantiti come pienamente attendibili e consentano di farsi una opinione corretta sulla materia nel suo complesso.  Quello che poi ciascun lettore ne potrà derivare dipende direttamente dallo spirito con il quale ci si avvicina alla comprensione e alla pratica del “Sistema Bates® Originario™”.  Solamente in questa luce i successi degli altri possono fornire quel valore aggiunto che siamo ben lieti di disseminare.

 

Ma non è che fate soltanto della “pubblicità ingannevole”? Qui gli anni passano ma gli occhiali dilagano, la vostra è tutta una “bufala”!

Deve essere chiaro che ci limitiamo a fare un lavoro di divulgazione di scoperte fatte dal Dott. Bates e di ripubblicazione delle sue vere parole originali.  Non forniamo in nessun caso, né su questo sito, né su altri, né tramite i libri, né tramite la rivista, nessun aiuto o consulenza di tipo medico né psicologico.  Non ci assumiamo alcuna responsabilità nei confronti dei lettori, se non quella di dichiarare che ciò che noi pubblichiamo è vero e risponde a criteri oggettivi verificabili e certificati dalle autorità competenti allo scopo.  Le testimonianze che riportiamo hanno un mero valore aneddotico, che non può certo essere considerato scientifico, per quanto basato sul grande valore dell’esperienza concreta.

Ai lettori lasciamo la libertà di poter decidere in piena coscienza se quello che noi pubblichiamo potrà essere utile o meno al singolo caso individuale.

Chi mi garantisce che questo metodo potrà veramente funzionare su di me?

Nessuno!  Lo stesso Dott. Bates non prometteva mai nulla ai suoi pazienti.  Pur tuttavia, ha scritto piú volte nelle sue riviste che non ha mai trovato un caso in cui egli non sia stato in grado di portare sollievo e aiuto al paziente.  Essendo che i casi da lui trattati sono stati molte migliaia in trent’anni di pratica clinica, questa informazione dovrebbe togliere ogni dubbio e per lo meno concederle la possibilità di provare a iniziare a studiare questi argomenti.

Per di piú, non ci sono alternative a questo percorso di auto-trattamento:  tutti gli altri “metodi” che si trovano sul mercato e su Internet sono inaffidabili, pericolosi perché basati su atti forzosi, su corsi a pagamento, o su pratiche del tutto contrarie ai principî della vista perfetta enunciati dal Dott. Bates (oltre a essere proposti in gran parte da persone che pensano che il Dott. Bates sia un vecchio scemo, che ha sbagliato tutto!).  A nostro avviso, la lettura dei testi originali da noi pubblicati in via esclusiva mette in grado chiunque di capire quale sia la vera verità delle scoperte batesiane e di accorgersi immediatamente della fallacità degli altri metodi.  In tutti i casi, uno che ha letto i libri originali e vuole provare a seguire i consigli di altri autori, si troverà bene attrezzato per evitare i danni che ne deriveranno, e si renderà conto presto che se la cura della vista con metodi naturali è possibile, lo è esclusivamente all’interno del “Sistema Bates® Originario™”.

Ho già letto e capíto il libro originale del 1920, ma soffro ancóra di vista imperfetta! Cosa devo fare?

Molto probabilmente lei manca della motivazione giusta per continuare e per arrivare fino in fondo.  Legga il libro di Emily C. Lierman da noi pubblicato in via esclusiva, dal titolo I METODI DI TRATTAMENTO NELLE “STORIE DALLA CLINICA”, e si abboni a IL FALCO per avere sempre nuovi argomenti di approfondimento per il suo stesso caso.  Chieda aiuto e supporto a chi ha vista perfetta, facendogli per lo meno vedere la prima pagina del libro del 1920, in modo da farsela spiegare.  Partecipi alla mailing-list “VistaPerfetta: un cammino spirituale” se ha bisogno di chiarimenti specifici su particolari questioni che magari qualche altro lettore ha già saputo affrontare e risolvere.  Provi a stare per piú tempo alla luce naturale o usi delle lampade piú forti per le sue occupazioni domestiche o al lavoro.

Ho già comprato il libro originale del Dott. Bates da voi edito, ma sono ancóra miope!

L’acquisto del libro è una condizione necessaria per capire i principî autentici del “Sistema Bates Originario”, non è una condizione sufficiente per guarire.  Il libro però va letto e dimostrato parola per parola, se si vuole che sia utile in qualche modo!

Ho seguito un “corso” sul “Metodo Bates”, ma l’insegnante portava gli occhiali. Che significa?

La risposta a questa domanda sarebbe “no comment”.

Ho già seguito dei corsi (gratuiti e a pagamento) sul “Metodo Bates”, ma non ho avuto risultati. Perché?

Perché le sue aspettative erano sbagliate in primo luogo.  Il trattamento che porta alla vista perfetta è individuale e deve essere eseguito fedelmente rispetto alle indicazioni che trova unicamente nelle pubblicazioni originali del Dott. Bates da noi èdite in via esclusiva.  Rivolgersi a cosí detti “insegnanti” o a “esperti” esterni, sempre che questi abbiano potuto guarirsi permanentemente dal loro difetto, cosa che è tutta da dimostrare in ogni caso!, può essere d’aiuto in certi casi ostinati, ma è sbagliato pretendere che altri possano fare il lavoro che soltanto lei può fare.

Il nostro consiglio, basato su venticinque anni di esperienza, è quello di lèggere integralmente e per conto proprio i libri originali èditi esclusivamente da “JUPPITER CONSULTING PUBLISHING COMPANY®, Milano” e successivamente entrare in contatto con altri lettori iscrivendosi alla “ASSOCIAZIONE VISTA PERFETTA”, in modo da cercare o scambiare aiuto con altre persone serie che hanno intrapreso questa cura non per sfruttamento economico ma per esclusivo benessere personale.  Già il semplice fatto di dover corrispondere del danaro a un “educatore visivo”, a un “trainer”, a un “insegnante Bates”, a uno “psicologo”, o ad altri operatori simili, mette il lettore in una situazione di angoscia che lo allontana dalla pratica e la annulla definitivamente.

Dato che tutte le informazioni che un qualsiasi sedicente operatore potrebbe e dovrebbe dare a un cliente (sottolineiamo il dovrebbe), sono tutte direttamente reperibili sui nostri testi originarî, non è affatto necessario rivolgersi a nessun “professionista del settore”.  Inoltre, professionisti del genere che operino nel nome del Dott. Bates in realtà non possono essere altro che degli impostori, dato che egli è morto da tempo e non è piú in grado di verificare o certificare l’operato di nessuno che usi il suo nome.

In tutti i casi, chi non ha il coraggio di lèggere i testi originali, non può assolutamente avere il coraggio necessario per togliersi gli occhiali e curarsi.  È inutile prendersi in giro e cercare scorciatoie.

Ho piú di dieci diottrie di miopia.  Ho qualche speranza di guarigione con il “Metodo Bates”?

Non è un problema di “avere speranza”, ma di non avere alternative al “Sistema Bates® Originario™”.  Per quanto riguarda il cosí detto “Metodo Bates” commerciale, proposto in corsi e seminarî o sedute individuali, stendiamo un pietoso velo, in particolare.

Perché il sole mi dà cosí fastidio?

Secondo Bates, il fastidio del sole o delle luci forti è sintomo di vista imperfetta dovuta a sforzo mentale e a sforzo per vedere.  Chi è guarito dalla vista imperfetta mediante la pratica del “Sistema Bates® Originario™” si accorge invece che guardare al sole è un utilissimo esercizio, e gli occhi ne traggono grande beneficio e lo cercano.  Chi invece sente ancóra fastidio guardandolo e lo teme, dimostra non soltanto che non è guarito, ma che non ha ancóra capito che cosa significa “vista perfetta” secondo Bates.

La testimonianza di chi ha vista perfetta e rimira il sole anche per molti minuti trovandolo rilassante e nutriente dovrebbe sgombrare il campo da dubbi e timori di sorta.

Come controprova, la testimonianza di chi soffre di maculopatíe e altri gravi problemi organici degli occhi racconterà che non ha mai sopportato il sole e lo ha sempre evitato, vivendo continuamente in penombra o al riparo di bende, cappelli o occhiali scuri.

In realtà, è la mancanza di sole che è dannosa per l’occhio.

Che differenza c’è tra guarigione “permanente” e “temporanea”?

Per “vista normale”, quindi “guarigione”, in genere si intende la facoltà di lèggere lettere alte circa sette millimetri sulla sedia dell’oculista, a cinque metri di distanza, senza esitazione, in luce scarsa come in luce buona.  Per il Dott. Bates, invece, la “vista perfetta” consisteva nel leggere le stesse lettere nelle stesse condizioni ma ad una distanza doppia, i cosiddetti “venti decimi”.  Una volta scartati gli occhiali, in genere si riesce facilmente, con un po’ di pratica, a raggiungere la vista normale (dieci decimi) in condizioni favorevoli, sebbene solamente per brevi periodi.  Questa è la “guarigione temporanea”.  La guarigione permanente invece consente di vedere sempre bene i venti decimi in qualsiasi condizione.

Siccome però secondo Bates non c’è limite alle facoltà visive dell’Uomo, quella dei venti decimi è solo una indicazione arbitraria, e l’auto-trattamento si può sempre continuare per spingersi oltre.  Gli scienziati dicono che il limite fisico dei fotorecettori sulla retina è stabilito in circa trenta decimi.  Ciò non di meno, il Dott. Bates parla di casi da lui osservati in cui si potevano leggere cinquanta decimi o di più (vedasi i numeri uno e due de IL FALCO).

È vero che i bambini guariscono facilmente dalla vista imperfetta?

Sì.  Non soltanto perché lo dice il Dott. Bates, ma perché finora è sempre stato facile dimostrarlo una volta che:

  1. sono stati scartati gli occhiali,
  2. sono state create le “condizioni favorevoli” per dimostrare subito i 10/10 e
  3. è stato spiegato al bambino che è molto più bello e pratico vedere perfettamente e stare senza l’impiccio degli occhiali, anche se questo significa discostarsi dal modello (falso) offerto da personaggi come Harry Potter.

L’unico serio ostacolo alla cura si verifica quando i genitori portano entrambi gli occhiali, le lenti a contatto o sono stati “laserizzati”.  Vice versa, se i genitori godono di vista normale o perfetta, o comunque non portano mai gli occhiali, la guarigione della vista difettosa nei bambini sotto ai dodici anni che pure non hanno mai portato occhiali è pressoché immediata grazie all’uso delle tabelle di controllo di Snellen.  Se invece sono già stati impiegati gli occhiali, il trattamento richiede un maggior impegno, ma in genere le difficoltà iniziali vengono superate con pochi fastidî aggiuntivi.

Ma se è davvero così efficace perché non se ne parla?

La Cura della Vista secondo i metodi originali del Dott. Bates è efficace solamente se la si pratica fedelmente:  non è una medicina “chimica” che ha i suoi effetti “automatici” appena ingerita.  La sua efficacia dipende direttamente dall’utilizzo che se ne fa.  Chi ha cominciato seriamente l’auto trattamento riscontra subito incredibili beneficî e si sente in dovere di parlarne con le persone vicine.

Avevo già sentito parlare del “Metodo Bates”, ma non sapevo che fosse possibile guarire veramente i disturbi della vista…

Nelle pubblicazioni originarie del Dott. Bates si parla sempre di “guarigione”  e di “cura” come potenziale terapeutico finale a cui si deve puntare, in luogo del concetto di “miglioramento”, piú innocuo per la classe medica e il business degli occhiali correttivi ma assolutamente non corrispondente alle vere parole del fondatore.  Il Dott. Bates era prima di tutto un medico, e perciò per lui non v’era altro interesse che la guarigione completa e definitiva dalla vista imperfetta, da lui considerata sintomo di una malattia a tutti gli effetti.

Il suo “trattamento senza occhiali”, almeno nei casi non complicati, non era però una terapia somministrata da un dottore che prescrive delle medicine.  Era in realtà la semplice spiegazione dei principî fondamentali della vista perfetta da lui scoperti, presentati al paziente nel modo più semplice e diretto possibile, in modo che il paziente stesso potesse dimostrarli prontamente e, mediante ripetizione costante, guarire definitivamente.

Tutto ciò contrasta fortemente con le versioni “commerciali” del cosí detto “Metodo Bates”, comparse già durante la vita stessa del Dott. Bates, per suo stesso detrimento e dispiacere.  Raccomandiamo ai lettori di stare alla larga da tutti questi operatori o libri fasulli che hanno causato molta sofferenza a causa della visione distorta del Sistema batesiano comunicata ai malcapitati che ne sono effettivamente entrati in contatto.

 

© SistemaBates.it, tutti i diritti riservati — Riproduzione vietata.