Sistema Bates.it
SITO DI RIFERIMENTO PER LA VERA DIVULGAZIONE E LA CORRETTA PRATICA
DEL «SISTEMA ORIGINARIO» DEL DOTTOR WILLIAM HORATIO BATES PER
LA CURA DELLA VISTA CON METODI NATURALI
Fondato e diretto da Rishi Giovanni Gatti • 618 + 52 articoli pubblicati • 136 prodotti nel negozio • 11039 abbonati al notiziario

Resoconto Eventi AVP

Fare pratica al mare nella piena luce solare senza paura di sbagliare

Il Residenziale di Primavera 2015 svolto dalla Associazione Vista Perfetta® sul mare di Cattolica (RN) ha conteggiato ben sessantuno presenze (diconsi 61!) lungo la quattro giorni di studio e pratica de “La Cura della Vista Imperfetta mediante Auto-Trattamento Senza Occhiali” secondo i metodi originali batesiani reperibili nei libri del Sistema Bates® Originario™ disponibili su questo sito esclusivo www.SistemaBates.it (©®).

I partecipanti sono giunti da ogni parte d’Italia, isole comprese, a testimoniare che il lavoro della AVP produce risultati ovunque, non ostante la Associazione ponga un filtro molto severo (per alcuni anche troppo) all’ iscrizione di nuovi socii che non siano bene informati o convinti di ciò che si viene a fare nelle nostre riunioni.

Essendo state cosí numerose le presenze ci è impossibile relazionare su quanto successo nel complesso, ma alcuni dati sono già stati forniti in un articolo pubblicato immediatamente dopo sul nostro sito e reperibile all’ indirizzo http://sistemabatesarchivio.it/la-luce-questa-sconosciuta/.   A complemento, desideriamo riportare quanto segue:

  • una socia trentacinquenne è riuscita a lèggere al terzo giorno le lettere della tabella di controllo di Snellen con visione di 27/30 e 34/40 pur avendo sofferto, in passato, una prescrizione di miopía pari a –9 D
  • un altro socio cinquantenne ha totalizzato 23/20 in luce solare, pur avendo anche lui in passato portato occhiai per miopía e astigmatismo pari a –8 D
  • una nuova socia venticinquenne, che aveva portato occhiali e lenti a contatto da –5 D, ha letto la tabella retroilluminata al bujo con visione di 12/15, mentre all’ aperto ha avuto frequenti lampi di visione pari a 18/20 su tabella nera
  • un altro nuovo socio cinquantenne – che lavora nel campo della produzione video, ed è perciò molto suscettibile allo sforzo oculare – ha totalizzato 30/30 su tabella numerale, arrivando anche a sentirsi molto piú tranquillo nel guardare al mirino della telecamera, come da lui testimoniato nei giorni successivi e come documenteremo nei dettagli in un prossimo numero de “IL FALCO PER L’EDUCAZIONE ALLA VISTA PERFETTA
  • il nostro mini-campione di vista perfetta, Achille (sette anni appena compiuti), ha dato prova del suo buon livello di guarigione raggiunto, totalizzando 40/40 e soprattutto cominciando a riconoscere con piú facilità le lettere sconosciute a distanze superiori ai 15 piedi; ricordiamo che il giovane aveva indossato forti occhiali da –4,5 D dai tre ai sei anni (ma oramai sono soltanto un brutto ricordo)
  • un altro socio cinquantenne che portava occhiali da –7 D fino a 18 mesi prima di questo Residenziale primaverile, riesce a lèggere 44/40 e oramai può guidare anche di notte senza bisogno di correzione;   la sua cecità notturna è in via di guarigione definitiva grazie al frequente uso del trattamento con il sole e della Lente Solare del Dott. Bates, da questo sito riscoperta sin dal 2003
  • per quanto riguarda la presbiopía, che come ben sanno i nostri lettori assidui è un difetto molto facile da correggere se la persona non ha mai indossato occhiali “per la vecchiaia”, segnaliamo il caso di una socia quarantacinquenne che è in grado di lèggere con lo stesso occhio la stampa microscopica e vedere da lontano con vista da 13/10 e piú; questo è stato gradualmente conquistato nell’ arco di un anno, dopo la partecipazione alla seminale giornata di studio del 2 febbraio 2014.

Alcuni socii hanno riscontrato. nei giorni successivi al Residenziale, momenti di guarigione temporanea molto significativi, a indicare che la cura va portata avanti anche nel corso della normale quotidianità, sfruttando quanto di buono si è appreso facendo pratica con gli altri partecipanti.   Al riguardo, cosí ci scrive il trentenne socio Giuseppe [NOTA:   il socio aveva già avuto lampi di 23/20, ma in luce solare]:

«Mercoledí mattina mi sono svegliato con un leggero fastidio all’ occhio sinistro, come se ci avessi un granellino di sabbia dentro.   Il fastidio è durato un po’ tutta la giornata e a un certo punto del pomeriggio è svanito.   Svanito il fastidio ho iniziato a vederci come quando sforzi la vista da un occhio e ci vedi meglio che nell’ altro.   Arrivato a casa ho fatto un riposino di quindici minuti e quando mi sono svegliato e ho guardato alla tabella numerale “100” davanti al mio letto, mi sono accorto che riuscivo a lèggere tutti i numeri, anche quelli piú in piccolo che normalmente non riesco neanche a riconoscere in luce scarsa.   Praticamente riuscivo a lèggere quasi tutta la riga dei 10/10.   Era sorprendente come dopo, camminando per strada, riuscivo a vedere i cartelli e le targhe delle macchine, anche se la visione non era del tutto limpida perché apparentemente ci vedevo meglio solo dall’ occhio sinistro.   Questo beneficio è durato tutta la sera fino a prima di coricarmi.   L’ indomani era purtroppo svanito quasi tutto».

A questo bravo socio, che non si è scoraggiato non ostante per circa sei mesi non avesse ancóra ottenuto risultati “materiali” pur avendo scartato del tutto i suoi occhiali da –2,5 D, non possiamo che raccomandare di continuare a studiare il suo caso e riportare regolarmente alla Segreteria della AVP i suoi progressi, constatando cosí – insieme a tutti gli altri socii – che la cura funziona e deve essere portata avanti continuamente per ottenere risultati sempre migliori senza mai accontentarsi!   Ci vogliono solamente pochi minuti per controllare la visione davanti alla tabella di controllo di Snellen e il beneficio che ne deriva ha un valore inestimabile, ben superiore al “tempo perso” per farlo.

Ricordiamo inoltre che – come in ogni Residenziale che si rispetti – si è proceduto sin dalla sera di venerdí 29 maggio alla pratica serale in condizioni di luce elettrica e al bujo impiegando il proiettore a scarica di gas, la tabella retroilluminata e le varie torce, frontali e non, a luce LED concentrata di cui l’AVP dispone da anni.   Si è scoperto infatti che se è vero che è piuttosto facile ottenere buoni risultati alla forte luce solare, quando questa non è piú fastidiosa, è anche necessario verificare se tali risultaii si mantengano in luce meno buona, come la testimonianza sopra riportata ha puntualmente indicato.

Un’altra importantissima storia riferita al Residenziale di Primavera 2015 è reperibile nel seguente articolo già pubblicato:

http://sistemabatesarchivio.it/i-contorni-delle-nuvole/

Diamo appuntamento a tutti i Socii AVP 2015 – e alle persone interessate ad associarsi e partecipare – al prossimo residenziale d”Autunno che si svolgerà durante le festività del ponte dell’ Immacolata, dalla sera di venerdì 4 dicembre al tardo pomeriggio di martedí 8 dicembre 2015.  La località non è stata ancóra definita, chi volesse darci dei suggerimenti è pregato di scrivere a segretario @ vistaperfetta.it

 

Alcune Immagini Esplicative

 

Momento di pratica libera durante il quale ogni Socio partecipante si esercita con i metodo di riposo che gli è in quel momento piú congeniale per poi condividere l’ esperienza con tutti gli altri, se ne ha voglia.

Momento di pratica libera durante il quale ogni Socio partecipante si esercita con i metodo di riposo che gli è in quel momento piú congeniale per poi condividere l’ esperienza con tutti gli altri, se ne ha voglia.

 

 

Ogni sera, quasi tutti i socii AVP partecipanti si riunivano sulla battigia per osservare insieme il tramonto del sole, anche in segno di ringraziamento per la bella giornata passata senza pioggia o nuvole fastidiose.

Ogni sera, quasi tutti i socii AVP partecipanti si riunivano sulla battigia per osservare insieme il tramonto del sole, anche in segno di ringraziamento per la bella giornata passata senza pioggia o nuvole fastidiose.

 

 

I due misuratori ufficiali Marlene e Achille usano il Luxmetro Digitale per rilevare la quantità di luce incidente sulle tabelle di controllo

I due misuratori ufficiali Marlene e Achille usano il Luxmetro Digitale per rilevare la quantità di luce incidente sulle tabelle di controllo

 

 

Nel rispetto di tutte le scelte alimentari praticate dai Socii, l’organizzazione ha messo a disposizione un ampio buffet da cui scegliere adeguate libagioni a pranzo e a cena

Nel rispetto di tutte le scelte alimentari praticate dai Socii, l’organizzazione ha messo a disposizione un ampio buffet da cui scegliere adeguate libagioni a pranzo e a cena

 

 

Per migliorare la miopia è utile esercitarsi con una tabella tascabile in controluce sul riflesso del sole sulla’ acqua del mare

Per migliorare la miopia, è utile esercitarsi con una tabella tascabile in controluce sul riflesso del sole sull’ acqua del mare

 

 

La Associazione Papa Giovanni XXIII che ci ospitava ha messo gentilmente a disposizione della AVP la Cappella dello stabilimento per consentirci di esercitarci anche in luce elettrica prima di andare a dormire

La Associazione Papa Giovanni XXIII che ci ospitava ha messo gentilmente a disposizione della AVP la Cappella dello stabilimento per consentirci di esercitarci anche in luce elettrica prima di andare a dormire.  [In primo piano, Zia Letizia, che fino a due anni fa era cieca in un occhio e adesso ci vede e organizza gli eventi per la AVP in particolare ma anche nella vita in generale].

© SistemaBates.it, tutti i diritti riservati ??? Riproduzione vietata.