Sistema Bates.it
SITO DI RIFERIMENTO PER LA VERA DIVULGAZIONE E LA CORRETTA PRATICA
DEL «SISTEMA ORIGINARIO» DEL DOTTOR WILLIAM HORATIO BATES PER
LA CURA DELLA VISTA CON METODI NATURALI
Fondato e diretto da Rishi Giovanni Gatti • 618 + 52 articoli pubblicati • 136 prodotti nel negozio • 11039 abbonati al notiziario

“il falco” numero 14 novembre-dicembre 2005

IN QUESTO NUMERO

Abbiamo preparato ai nostri lettori un’edizione davvero speciale: la versione integrale in italiano dell’ultimo numero della rivista “Better Eyesight”, pubblicata da Bates a New York nel giugno del 1930. La “Pagina Due” è dedicata al più importante difetto di cui soffre chi ha vista imperfetta, cioè la fissità dello sguardo, e ad alcuni metodi per interromperla e sostituirla definitivamente con il continuo spostamento della centrale fissazione, che è indicazione di vista perfetta. Nell’articolo successivo troviamo il “testamento” di William H. Bates, un formidabile contributo dedicato alle infinite potenzialità di guarigione della mente umana, da sviluppare mediante la pratica dell’immaginazione, che è capace di curare malattie spaventose come la retinite pigmentosa, di cui era afflitta la paziente che descrive il suo incredibile miglioramento nel breve arco di due settimane. Nel secondo articolo, vengono riproposti i “Suggerimenti” di Emily, dodici semplici punti da “mandare a memoria”, e praticare fedelmente per tutto il giorno. Per la sezione “Domande e Risposte”, Bates fornisce i dovuti chiarimenti su vari argomenti tra cui: l’illuminazione migliore per gli occhi negli ambienti chiusi o nelle abitazioni, l’uso della stampa fine, la pratica del lampeggiamento, il vizio di strizzare le palpebre per vedere meglio, la lettura in luce scarsa o forte. Riportiamo poi la traduzione in italiano delle successive pagine, dove troviamo una serie di “Annunci” in cui compaiono gli ultimi nominativi delle persone autorizzate a rappresentare il Dott. Bates nella corretta pratica del suo Metodo. Viene inoltre riproposto l’articolo sull’uso della Lente Solare, e poi l’elenco degli “Strumenti” messi a punto da Bates per facilitare ai pazienti la pratica del trattamento.Pubblichiamo poi, per contrasto, due articoli inediti di Bates risalenti al primissimo periodo, siamo nel 1891, quando il giovane medico newyorchese cominciava a verificare che il “trattamento senza occhiali” per la cura della miopia dava già dei risultati, sebbene fosse ancora basato su indicazioni prettamente mediche e interventi locali, per mezzo di farmaci o altre operazioni come la rimozione chirurgica di escrescenze nel naso o l’applicazione di bendaggi o linimenti. Bates non aveva ancora intuito il ruolo della mente e del suo necessario rilassamento per la cura della vista, ma aveva già capito una cosa fondamentale: “l’uso degli occhiali deve essere proibito”. Per lo spazio dedicato a Emily C. Lierman e alle sue Storie dalla Clinica, l’articolo dedicato alla “paura” è dei più importanti, in quanto affronta e tenta di risolvere il problema del condizionamento mentale dettato da persone o situazioni che incutono timore nel paziente, un timore che è spesso capace di bloccare il funzionamento degli occhi, oltre che creare ovvie preoccupazioni a livello inconscio. È il caso degli oculisti che spaventano la gente dicendo che se non si portano gli occhiali si diventerà presto ciechi. Inoltre, questo articolo precisa ancora una volta l’importanza del trattamento con il sole, dell’uso della lente solare, e della capacità che l’occhio deve ricuperare di stare nella luce più brillante senza subire disagio ma al contrario traendone grandi benefici. La “fiaba per la vista perfetta” che pubblichiamo in questo numero narra di un Piccolo Ragazzo che soffre di una improvvisa indigestione che sparisce grazie al palmeggiamento. Cogliamo l’occasione per annunciare che il libro delle “Fiabe della Vista Perfetta” è finalmente in corso di stampa: invitiamo tutti i lettori interessati a prenotare la loro copia al più presto. Per la sezione dedicata ai nostri giorni abbiamo un importante intervento del nostro Recalcati che risponde ad un lettore, partecipante al Gruppo Telematico di Mutuo-Aiuto “Vista Perfetta: un Cammino Spirituale”, che si trova in una condizione un po’ difficile: pur egli avendo sperimentato più e più volte che le scoperte di Bates sono vere – attraverso i momenti di guarigione temporanea nei quali la visione diventa nitida per un certo tempo – si sente in dubbio perché non trova il tempo per continuare fedelmente la pratica. Inoltre, dalla Bulgaria ci scrive un giovane lettore che sta praticando i metodi della vista perfetta per curare la sua miopia aggravata da lesioni retiniche già trattate con il laser: ha rinunciato da un anno agli occhiali riuscendo a laurearsi con profitto e a discutere la sua tesi “ad occhio nudo”, per suo stesso grande stupore! Le ultime pagine ospitano un publi-redazionale nel quale l’azienda Bio System Italia s.r.l. ci presenta la sua linea di lampade ad ampio spettro, capaci di diffondere una luce molto simile a quella solare, arricchita inoltre da “informazioni biologiche” che consentono di aiutare la mente e gli occhi a funzionare in maniera più rilassata ed efficiente. il falco ha verificato la qualità di queste lampade e la bellezza della luce da esse prodotta, pertanto ne consiglia l’uso a tutti i suoi lettori.

© SistemaBates.it, tutti i diritti riservati ??? Riproduzione vietata.