Sistema Bates.it
SITO DI RIFERIMENTO PER LA VERA DIVULGAZIONE E LA CORRETTA PRATICA
DEL «SISTEMA ORIGINARIO» DEL DOTTOR WILLIAM HORATIO BATES PER
LA CURA DELLA VISTA CON METODI NATURALI
Fondato e diretto da Rishi Giovanni Gatti • 618 + 52 articoli pubblicati • 136 prodotti nel negozio • 11039 abbonati al notiziario

“il falco” numero 8 novembre-dicembre 2004

IN QUESTO NUMERO

Affrontiamo largamente l’importanza del Sole nell’auto-trattamento della vista imperfetta mediante metodi di rilassamento. Il Dott. Bates spiega nel suo “testo breve” come si deve Rimirare il Sole e come si usa la lente ustoria per concentrarne i raggi sulla parte bianca dell’occhio, una operazione fondamentale in special modo per chi ha paura della luce, come illustrato nel suo libro originale (1920-1940) a pagina 195. Nel secondo articolo, Bates dà alcuni “suggerimenti pratici” sull’applicazione dei vari metodi, citando tre casi molto significativi, due successi e un mezzo fallimento, in cui non solo si insiste sull’importanza dello scartare definitivamente gli occhiali all’inizio del trattamento, non ostante il grado di difetto visivo (il primo caso citato vede un paziente con 16 diottrie di miopia), ma si incoraggia a lavorare molto con l’immaginazione e il ricordo di un punto nero, schivando all’istante ogni miglioramento della visione. Il terzo articolo è rivoluzionario: Bates ha scoperto che le fiabe che si raccontano ai bambini sono dei potentissimi strumenti per innescare l’immaginazione e la visualizzazione, e scegliendo accuratamente i soggetti e gli argomenti della fiaba è possibile migliorare anche la memoria e di conseguenza la visione. Con questo primo articolo dedicato alle fate, che racconta di una Fata Nera e di una Fata Bianca, iniziamo la serie di articoli dedicati appunto alle Fiabe della Vista Perfetta (che saranno poi raccolte in un volume illustrato dedicato ai bambini ma anche agli adulti che ancora hanno voglia di sognare e di essere felici…). Continuiamo a pubblicare le Storie dalla Clinica di Emily C. Lierman non incluse nel suo libro: in questo numero si racconta del caso di una bambina di cinque anni, di nome Margaret Mary, che guarisce da uno strabismo miopico molto grave in poche sedute di trattamento, grazie al dondolìo e alla memorizzazione di una Tabella di Controllo ricevuta in regalo da Emily. Continua la “presentazione virtuale” del libro del Dott. MacCracken Usate I Vostri Occhi, di cui riportiamo su questo numero in facsimile la seconda e ultima parte della “Sinossi”, il riassunto degli ultimi quindici capitoli, che completa il quadro sintetico e schematico non solo degli argomenti trattati nel libro ma proprio della filosofia del Sistema Originale di trattamento, di cui questo grande guaritore spirituale californiano è stato alfiere per tanti anni ancora dopo la morte del Dott. Bates. Di interesse storico, ma anche pratico alla luce della prossima fondazione della Società per la Vista Perfetta, è il successivo articolo che pubblica le “Note” delle prime due riunioni operative della Better Eyesight League, l’associazione fondata dai pazienti del Dott. Bates per diffondere presso il grande pubblico la “Nuova Oftalmologia” basata non più sulle lenti correttive ma sui metodi di rilassamento dello sforzo per vedere. Ancora sull’importanza del Sole, pubblichiamo un interessante articolo di una paziente dell’epoca che racconta come ha ricuperato da uno stato di malessere dovuto alla forte luce, proprio grazie alla pratica del rimirare il Sole. Nel successivo articolo, riportiamo una recensione del 1925, a cura di un medico, del testo originale del Dott. Bates “Perfect Sight Without Glasses”, che dimostra come all’epoca il trattamento scoperto dal grande oculista newyorchese fosse una cosa seria, non ostante l’ostracismo dell’ortodossia scientista, di cui soffriamo ancora oggi. Cogliamo l’occasione per annunciare che la traduzione ufficiale di Vista Perfetta Senza Occhiali è giunta alla Seconda Edizione, che comprende ora il 33° capitolo aggiunto da Emily nel 1940, Come Dimostrare i Princìpi Fondamentali del Trattamento, oltre che in Appendice tutto il testo riprodotto in stampa fine e microscopica. I lettori che vogliono aggiornarsi alla nuova edizione possono farlo godendo di un forte sconto (istruzioni all’interno). Nella seconda parte de IL FALCO, il Direttore, sulla base delle testimonianze raccolte presso i lettori, enumera sette sintomi comuni di disagio sul percorso di ricupero, per fornire incoraggiamento e conferme ai ricercatori di vista perfetta. Notevole la testimonianza sull’uso della lente ustoria fornita nel successivo articolo, mentre chiude il numero una autentica chicca: il grande astrologo e filosofo contemporaneo Dane Rudhyar parla del Sole e di… (suspance)

© SistemaBates.it, tutti i diritti riservati ??? Riproduzione vietata.