Sistema Bates.it
SITO DI RIFERIMENTO PER LA VERA DIVULGAZIONE E LA CORRETTA PRATICA
DEL «SISTEMA ORIGINARIO» DEL DOTTOR WILLIAM HORATIO BATES PER
LA CURA DELLA VISTA CON METODI NATURALI
Fondato e diretto da Rishi Giovanni Gatti • 618 + 52 articoli pubblicati • 136 prodotti nel negozio • 11039 abbonati al notiziario

Articoli Divulgativi Brevi

Lampi di vista normale nella sclerosi multipla a Firenze

La giornata di studio di domenica 22 novembre 2015 svoltasi in Firenze, presso la saletta dell Associazione Culturale Studio 3 in via Campo dell’Arrigo, è stata tra le piú interessanti dell’ anno per l’alto numero di partecipanti, sia socii vecchi e nuovi, sia visitatori e pre-socii.

Una socia diciottenne ha riscontrato notevoli cambiamenti rispetto alla riunione precedente, testimoniando che l’uso delle torce a LED, in questo particolare caso anche applicando in modo mirato la luce ultravioletta fisiologica, è stato assai benèfico.   Ormai la ragazza ha lampi continui di 10/10 anche su tabella bianca, il che è un ottimo risultato data la condizione di forte miopía di cui soffriva diversi anni prima (quasi 5 diottríe di correzione).  Di grande aiuto è stata la pratica, fatta insieme agli altri presenti, del dondolamento dello sguardo seguendo il laserino verde in dotazione alla AVP (su questo sito è possibile acquistare una versione in rosso, economica e non impegnativa).  La rispecchiata, migliore efficienza mentale dovuta alla guarigione della miopía è tornata comoda nello studio scolastico e nella buona vitalità generale di tutti i giorni, un fatto notevole perché la ragazza aveva sofferto di una leggera forma di apatia in passato dovuta al vizio della concentrazione mentale inculcato in lei da parte di pedagoghi ignoranti.

È tornato a farci visita un socio AVP di vecchia conoscenza, che aveva tolto gli occhiali ben dodici anni prima per sistemare una condizione di circa sei diottríe di miopía e che ha fatto un ottimo lavoro su di sé, studiando tutti i volumi del Sistema Bates® Originario™ ed evitando cosí di rimanere bloccato nella fissità mentale e oculare causata dagli spessi occhiali da vista che portava quando lo abbiamo conosciuto.  La cura della vista mediante auto-trattamento senza occhiali lo ha aiutato a fare scelte di vita importanti che lo hanno portato a cambiare regione di residenza e a viaggiare per il mondo.  Il suo lavoro, che lo costringe per parecchie ore al giorno davanti allo schermo del calcolatore, non è piú cosí minaccioso come un tempo e partecipare a queste nostre riunioni, che per lui sono un “ripasso” di buona pratica visiva, rimane sempre una occasione da non perdere.

Molto curiosa e interessante anche la storia di un nuovo socio dalla provincia di Perugia, che sta lottando da circa quindici anni con una variante della temibile malattia della “sclerosi multipla”, che lui sta tenendo a bada studiando con pazienza varie specialità di approccio terapeutico alternativo.  Dato che anche la vista è influenzata da questa situazione di salute non ottimale, egli ha pensato bene di interessarsi alla cura mediante auto-trattamento senza occhiali come spiegato nei testi originali del Sistema Bates® divulgato su questo sito www.SistemaBates.it (©®).  Per sua grande sorpresa, appena pochi minuti di pratica insieme agli altri socii davanti alle tabelle bene illuminate dalla luce elettrica dei proiettori a scarica, gli sono stati sufficienti per guadagnare due righe e raggiungere la vista normale temporanea e prolungata, cosa che lo ha sorpreso per la rapidità del consolidamento del suo successo.  Il metodo che lo ha aiutato di piú sembra essere stato la luce concentrata sull’ occhio chiuso e la pratica con la lampada termica a raggi infrarossi, a disposizione dei socii come sempre accade durante ogni giornata di studio.

Tralasciamo gli eventi minori occorsi con gli altri partecipanti per dedicare qualche riga ai visitatori, che nel pomeriggio sono stati assai numerosi, cioè dieci, e hanno aiutato a riempire di gente la nostra saletta ospitante (sedici persona!).

Il primo caso, banale, è quello di Anna, una signora che era preoccupata per un calo della vista da vicino associato a una cataratta incipiente che le è stata diagnosticata da poco.  Usando una delle nostre esclusive lampade PienaLuceLED da scrivania la signora è riuscita a lèggere a occhi separati la stampa fine (carattere diamante) di un titolo di uno dei romanzi allegati a “IL FALCO PER L’EDUCAZIONE ALLA VISTA PERFETTA”, in particolare “Il Segreto dell’ Uomo Solitario” di Grazia Deledda (disponibile nel Negozio per chiunque volesse acquistarlo assieme agli altri romanzi classici in stampa fine).  Incoraggiata da questo, ha potuto poi continuare a esercitarsi, leggendo qualche riga di fila, facendo frequenti pause a occhi chiusi, giusto per convincersi che il suo difetto non era cosí grave e non c’era alcun motivo di rassegnarsi a perdere definitivamente la vista una volta che la cataratta si fosse instaurata come minacciato dai medici.  È vero che oggigiorno le operazioni di cataratta si risolvono facilmente con l’impianto dei cristallini artificiali, ma dato che noi non ci occupiamo di queste procedure, non siamo interessati nemmeno a parlarne:  la nostra idea è quella di aiutare i Lettori a curarsi naturalmente in modo da evitare l’intervento e per conquistare un livello di benessere psicofisico sempre maggiore.

Fra gli altri visitatori citiamo il caso di un vecchio Lettore che aveva acquistato circa dieci anni prima diversi libri del Sistema Bates® Originario™ (insieme alle tabelle di controllo disponibili all’epoca) per tentare di migliorare la sua condizione piuttosto seria di nistagmo e astigmatismo miopico, ottenendo, a suo dire, discreti risultati ma abbandonando la pratica domestica dopo pochi mesi, pur troppo.  Ora, dato che i suoi difetti si sono leggermente aggravati, è interessato ad acquisire ulteriori strumenti di pratica, come la torcia a LED a fascio concentrato per trattarsi con la intensa luce diretta di buona qualità, e il supporto per esercitarsi con le lettere sconosciute e verificare senza possibilità di “errore” i suoi veri progressi.  Il caso pare piuttosto ostinato perché dopo tutti questi anni di inattività si corre sempre il rischio di essersi “abituati” fin troppo alla vista imperfetta che si ha, accontentandosi di quel poco di miglioramento ottenuto con la rimozione degli occhiali, ma che è ben lungi dagli obiettivi formidabili che ci vengono proposti dal Dott. Bates nelle sue pubblicazioni originali da noi scoperte e presentate per la prima volta al pubblico di lingua italiana oramai da quasi quindici anni.

Di notevole interesse i casi degli altri socii presenti, perché riguardano i bambini, ma dato che lo spazio qui è poco, siamo costretti a soprassedete per il momento al loro relazionamento, anche perché entrambe le due famiglie torneranno a trovarci alla prima occasione possibile per fare il punto della situazione.  Dato che però i due casi non sono difficili, perché i piccoli coinvolti non hanno mai usato occhiali e sono ben felici di esercitarsi autonomamente con la tabella di controllo di Snellen, siamo certi di poter tornare presto a riferire buone notizie a tutti i nostri Lettori.


IL PROSSIMO APPUNTAMENTO CON LA SEDE FIORENTINA DELLA ASSOCIAZIONE VISTA PERFETTA È FISSATO PER DOMENICA 31 GENNAIO 2016.


SI AVVISANO I GENTILI LETTORI CHE SABATO POMERIGGIO 30 GENNAIO 2016 LA A.V.P. SARÀ OSPITE DEL BENEFIT CENTRO YOGA DI GROSSETO PER UNA PRESENTAZIONE APERTA A TUTTI.

© SistemaBates.it, tutti i diritti riservati — Riproduzione vietata.