Sistema Bates.it
SITO DI RIFERIMENTO PER LA VERA DIVULGAZIONE E LA CORRETTA PRATICA
DEL «SISTEMA ORIGINARIO» DEL DOTTOR WILLIAM HORATIO BATES PER
LA CURA DELLA VISTA CON METODI NATURALI
Fondato e diretto da Rishi Giovanni Gatti • 618 + 52 articoli pubblicati • 136 prodotti nel negozio • 11039 abbonati al notiziario

Resoconto Eventi AVP

Milano in progressione geometrica!

Domenica 31 agosto 2014 la Associazione Vista Perfetta ha svolto una giornata di studio riservata ai socii presso la sede del Circolo Arci Metissage in via Borsieri 2 a Milano, che ringraziamo per la consueta disponibilità e amicizia.  Ben dodici i presenti, e cioè il doppio della volta precedente, segno che anche il capoluogo lombardo si sta decisamente interessando al Sistema Bates® Originario™.  Oltre a quella ospitante, erano rappresentate diverse province, fra cui Varese, Monza e Brianza, Cremona, nonché un iscritto storico della AVP proveniente dal Trentino, di nome Enrico, abbonato a “il falco” sin dal 2004, e che ci ha raccontato le sue vicissitudini nella cura di una forte miopía di ben 6 diottríe e della fortuna che lui ha avuto nello scoprire per tempo il Sistema Bates e risolvere i gravissimi problemi correlati al suo difetto per i quali nessun medico aveva potuto fare nulla (mal di testa, infiammazioni, impossibilità ad applicarsi allo studio o al lavoro, eccetera).

Riportiamo inoltre gli ottimi risultati ottenuti da Rosanna, di professione insegnante, la quale in circa sei mesi ha potuto conquistare un tale livello di guarigione della sua forte presbiopía da consentirgli di poter lèggere facilmente il carattere ordinario anche in luce scarsa.  Secondo la sua testimonianza, i massimi beneficî sono stati ottenuti grazie alla pratica della lettura di stampa fine effettuata alla luce del sole estivo.  Ora che il nuovo anno scolastico sta per iniziare, sarà molto interessante scoprire come questo ritrovato livello di riposo mentale e oculare potrà essere mantenuto di fronte alle consuete snervanti problematiche ínsite nella vocazione scelta:  bujo delle aule scolastiche, calligrafíe indecifrabili degli studenti, conquiste sindacali disattese dal Ministero, eccetera eccetera…

Una nuova socia di nome Attilia ci ha raccontato come sta curando la sua maculopatía, che le aveva abbassato la visione a meno della metà:  da quando non usa piú gli occhiali da vista grazie allo studio del Sistema Bates® Originario™ ha potuto notare immediatamente la scomparsa del fastidio intrinseco dovuto alla paura di diventare ciechi e con l’aiuto delle luci concentrate a LED installate come d’uso durante i gruppi di studio  ella ha verificato che è possibile lèggere anche la stampa da vicino, non ostante la presbiopía.  Spostando poi lo sguardo dal punto prossimo alla tabella di controllo distante 15 piedi, si è potuto notare che non è affatto difficile riscontrare un aumento della visione, in barba alle cattive previsioni di impossibilità con le quali gli oculisti sono usi condannare chi si sente diagnosticato come incurabile.

Lo spazio limitato di questo articolo non ci consente di entrare in maggiori dettagli riguardo ai progressi degli altri socii presenti, ma ci teniamo a segnalare la presenza incantevole della quindicenne Giulia, che aveva partecipato insieme ai suoi genitori a una giornata di studio ad Abano Terme in luglio ed era stata molto aiutata dalla memoria e dalla immaginazione a vedere 10/10, laddove alla prima verifica davanti alla tabella di controllo di Snellen la sua visione era stata solamente di 10/70.  Ebbene, in questa occasione, esercitandosi con le nuove torce a LED da 1.000 lumen acquisite dalla AVP, la giovane socia ha potuto vedere 8/5 sulla tabella bianca, con grande sua soddisfazione personale e dei suoi attenti genitori presenti.

Per concludere non possiamo non citare Gaia, undicenne neo-iscritta, accompagnata dagli zii, che soffre di ambliopía su un occhio e che è seriamente intenzionata a curarsi con i metodi originali batesiani emulando le pratiche eseguite dagli altri socii presenti:  la partecipazione alle giornate di studio risulta essenziale nella cura della vista imperfetta dei giovani, perché essi assorbono facilmente i comportamenti degli adulti, e se questi comportamenti sono benèfici, fanno da ottimo modello per arrivare facilmente a una guarigione materiale del difetto.

Alle ore 17 la riunione è stata aperta ai visitatori non socii:  in questa occasione abbiamo accolto la visita di una famiglia proveniente da Brescia, il cui padre aveva acquistato e letto, tempo addietro, il libro originale del Dott. Bates “VISTA PERFETTA SENZA OCCHIALI” per cercare di capire come aiutare la sua simpatica bambina di dieci anni, di nome Elisabetta, sofferente di miopía.  La prima misura della sua visione effettuata a una grande distanza (28 piedi) ha riportato un valore molto scarso:  solamente la riga dei 70 piedi era riconoscibile.  Provando un po’ di palmeggiamento e usando la memoria dei colori siamo riusciti a portarla a 28/50.  Ci siamo poi spostati a 10 piedi e grazie all’aiuto di Paolo, altro socio storico della AVP, di professione medico odontoiatra, che ha insegnato alla giovane come impiegare la torcia LED da 1.000 lumen per rilassare gli occhi, la ragazzina ha potuto vedere facilmente la riga dei dieci piedi, registrando cosí una inaspettata guarigione temporanea, 10/10.

Il prossimo appuntamento con la sede AVP di Milano è per domenica 12 ottobre alle ore 10.  Premere qui per prenotarsi urgentemente perché i posti sono limitati a 10.

 

© SistemaBates.it, tutti i diritti riservati ??? Riproduzione vietata.